martedì 9 dicembre 2014

Mes Films #1


Buonasera a tutti, lettori
dopo aver studiato, ho trovato uno spiraglio di tempo per postare una nuova rubrica: Mes films.
Consiste, semplicemente, nel raccontarvi brevemente di film che ho visto recentemente e che mi sono piaciuti molto. Amo guardare film, ma non ne trovo mai il tempo. Sappiatelo.
Oggi vi parlerò di:


Dopo la morte del padre in Messico, Stéphane, un giovane creativo che confonde realtà e sogno, torna a Parigi su richiesta della madre. Ad attenderlo ci sono un impiego da illustratore in una piccola impresa di calendari promozionali e una bella vicina di casa, Stéphanie, che cuce per hobby giocattoli di pezza. Invaghitosi della fanciulla, Stéphane la corteggia in sogno e da sveglio costruisce per lei pupazzi meccanici o improbabili macchine del tempo. Ma in amore, sogno e realtà non coincidono quasi mai.
____________________________________________________________________________________

CAST:

Gael García Bernal (36 anni), interpreta Stéphane Miroux
Charlotte Gainsbourg (43 anni), interpreta Stéphanie
Alain Chabat (56 anni), interpreta Guy
Miou-Miou (64 anni), interpreta Christine Miroux
______________________________________________________________________________
IL TRAILER:

________________________________________________________________________________________

LA MIA CANZONE PREFERITA:


The Science Of Sleep - Golden The Pony Boy

Soundtrack:

1. Generique Stephane
2. Generique Debut
3. Stephane Visite Appart
4. Coutances
5. Reve Grosses Mains
6. Robinet Cellophane
7. Grotte Machine A Ecrire
8. Ulcer Soul
9. Aristurtle
10. Generique Stephane TV
11. Tours De Cartes
12. My Dear Neighbours
13. Baignoire Martine
14. Gerard Explique Rem
15. If You Rescue Me (A Cappella)
16. If You Rescue Me (Chanson Des Chats)
17. Grotte Stephane Stephanie
18. Steppin' Out
19. Week-End De Ski
20. Golden The Pony Boy
21. Making Certain
22. Reve Patrick Dewaere
23. Stephanie Quitte Le Cafe
24. Poursuite Pouchet
25. Stephanie Blues
26. Theme Generique Fin Golden The Pony Boy

________________________________________________________________________________________________________________________________________________


Il regista, Michel Gondry, mi ha sempre soddisfatta. I suoi film hanno quel qualcosa in più degli altri, quel qualcosa che ho ritrovato anche in L'arte del sogno.
Senza dubbio si vede lo stampino francese dai primi secondi: innovazione e la bellissima sensazione di non capirci quasi nulla nei primi venti minuti, ma ritrovarsi comunque coinvolti. Ben presto si comprende che ogni frase è importantissima e che porterà a qualcosa.
Ho amato la vena paradossale di questo film e stranamente mi ci ritrovavo molto.
Consiglio questo film a chi ama i film francesi e non vuole una serata fuochi, fiamme e mitra.

12 commenti:

  1. Io non amo particolarmente guardare film, ma verrò comunque a curiosare. Magari di tanto in tanto ci sarà qualche titolo che ho visto e potremo confrontarci.

    RispondiElimina
  2. Mi piace questa tua nuova rubrica, amo guardare film e spero di trovare qualche spunto interessante ;) questo, mmmh, non lo so, i film francesi non sono i miei preferiti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io spero di poter trovare spunti da te, cara :*

      Elimina
  3. Adoro guardare i film, e ancora di più le soundtrack (mi piace tantissimo questa cosa che elenchi le canzoni *___*)
    Sì, mi piace proprio questa rubrica :)

    RispondiElimina
  4. Mi ricordo il trailer di questo film! Ma per questo genere devo trovare il momento giusto, sennò non mi prende u.u Carina questa rubrica, ti seguirò come sempre :3

    RispondiElimina
  5. Amo i film **
    Quindi questa è la rubrica che fa decisamente per me!
    Non ho mai sentito parlare del film che hai proposto,ma mi informerò sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo, nel caso lo guarderai, ti piaccia *-*

      Elimina
  6. complimenti, bellissima rubrica, la seguirò con piacere! ^-^

    RispondiElimina

Commenta, forza, terrò stretto stretto il tuo pensiero ♫